logo.png

23 marzo 2012 Scritto da 0 | Tennis

A Miami avanza solo la Vinci

Tags: ,

A Miami avanza solo la Vinci Due sconfitte ieri (Seppi e Brianti), quattro oggi (Bolelli, Starace, Cipolla, Errani) e un solo successo, quello di Roberta Vinci. Non è un buon approccio quello degli italiani al cemento di Miami, l’ultimo torneo sul veloce prima del ritono in europa con i tornei sulla terra battuta. Con gli azzurri del tabellone maschile tutti fuori, l’unica a sorridere è la tennista tarantina che si è sbarazzata in 97 minuti della bulgara Tsvetana Pironkova, semifinalista a Wimbledon nel 2010. La Vinci ha avuto una partenza disastrosa, ma dall’1-5 del primo set ha infilato 10 giochi consecutivi chiudendo la contesa per 7-5 6-1. Roberta ha servito piuttosto male (3 ace, 3 doppi falli con appena il 45% di prime), ma è stata molto aggressiva alla risposta ottenendo una valanga di palle break: 16 in 10 turni di battuta della bulgara. Al terzo turno Roberta Vinci è attesa da una sfida molto suggestiva contro l’ex numero 1 del mondo Serena Williams.

A Miami avanza solo la Vinci

Il primo ad abbandonare il cemento della Florida è Andreas Seppi che ieri ha perso in tre set dal modesto Bautista-Agut mentre oggi sono arrivati altri tre ko. Potito Starace ha ceduto in tre set, 6-7; 6-4; 6-4 all’americano Ryan Harrison (wild card). Peggio di lui ha fatto Simone Bolelli che crolla contro Albert Ramos in due set, 6-3; 6-1. Un match a senso unico e che ha regalato pochi momenti emozionanti. L’italiano non è mai stato in grado di conquistare una possibilità di break mentre ne ha concesse ben 11. Non va meglio a Flavio Cipolla che ha perso anch’egli in due set dal tedesco Cedrik Marcel Stebe 6-3, 7-5 in un’ora e 42 minuti.

A Miami avanza solo la Vinci cosa ne pensi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>