22 novembre 2011 Scritto da 0 | Roma, Serie A

Roma Lecce vittoria che sa di morale

Roma Lecce vittoria che sa di morale Stasera allo stadio Olimpico di Roma è andato in scena l’incontro tra la Roma e Il Lecce.  I salentini avevano bisogno di punti per la salvezza, mentre la Roma di Luis Enrique doveva cercare la continuità.

Roma Lecce vittoria che sa di morale

Eusebio Di Francesco impostava la partita tutta in difesa per poi sfruttare le ripartenze con Corvia terminale d’attacco. Ma i primi minuti facevano vedere altro , con il Lecce a fare catenaccio e la Roma a tentare di fare gioco con un Bojan inserito ancora al posto del rientrante Totti molto largo a destra.. Dopo i primi venti minuti la Roma trovava il vantaggio dopo un’ azione in velocità e con un cross di Taddei che trovava pronto Pjanic al goal. Subito dopo ancora un ‘occasione per la Roma con un gran numero di La Mela che donava a Bojan un gran pallone che non riusciva a mandare in rete da un metro. A cavallo della mezz’ora un’ altra apertura del talentino LaMela metteva Osvaldo davanti all’ex Julio Sergio, ma l’attaccante ex anche lui della partita non riusciva a scavalcarlo in uscita, sullo scontro con il portiere Carrozzieri era costretto ad uscire dal terreno di gioco. A questo punto usciva fuori il Lecce con un tiro alto di Oliveira e con un colpo di testa di Bertolacci che tentava di fare sponda per i difensori. In seguito ai due minuti di recupero brivido per la Roma con Cuadrado l’uomo piu’ pericoloso del Lecce che metteva un cross in mezzo molto pericoloso. Nella ripresa stesso copione del primo tempo. Ma il Lecce aveva una buona occasione su calcio piazzato con l’esperto Oddo che provava un tiro da fuori frutto di uno schema preparato di Oliveira. Ma al 54- minuto Roma che raddoppiava con un gran destro dai 25-metri di Gago. In seguito dopo cinque minuti Bojan divorava molte occasioni , come LaMela che dopo nemmeno un minuto dal raddoppio aveva la palla del tre a zero. Invece arrivava il goal che accorciava le distanze del Lecce con l’ex Bertolacci classe 91 un giovane molto promettente della primavera della Roma che scavalcava Stekelemburg con un pallonetto, dopo un malinteso della coppia nuova Kjaer Heinze visto l’infortunio di Burdisso. Ancora brividi per la Roma con un tiro di Cuadrado di poco a lato. Verso la mezz’ora iniziava la girandola dei cambi con l’ingresso di Totti sottolineato dal grido “c’è solo un capitano” al posto di Bojan e poi l’inserimento di Greco al posto di PJanic. Di Francesco per tentare il tutto per tutto inseriva Pasquato giovane di scuola Juve per Grosmuller. C’era ancora il tempo per vedere annullato un goal splendido di Osvaldo in sforbiciata per un fuorigioco inesistente. A fine gara Corvia ammonito per simulazione. Vince la Roma 2-1.Nelle dichiarazioni Luis Enrique dimostrava molta dedizione al lavoro per migliorare sempre la sua squadra e dichiarava di voler vedere la classifica solo a fine campionato. Di Francesco invece credeva nella salvezza del Lecce ed era concentrato per la sfida di sabato al Via del Mare contro il Catania, dicendo anche che vuole un po’ piu’ di cattiveria in qualche frangente.

Roma Lecce vittoria che sa di morale cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *