27 ottobre 2011 Scritto da 0 | Napoli

Un Napoli bello batte l’Udinese

Tags:

Un Napoli bello batte l’Udinese Stasera in un San Paolo stile Stanford Bridge per le file ben disciplinate all’esterno del campo si è giocata Napoli Udinese valevole per la nona giornata di campionato.

Un Napoli bello batte l’Udinese

Mazzarri ha chiamato a gran voce il pubblico a farsi sentire, per riscattare i passi falsi con le piccole Parma e Cagliari. L’Udinese si presentava al San Poalo senza Di Natale tenuto a riposo e con Floro Flores napoletano ed ex della partita all’esordio dal primo minuto a fianco di Torje. I primi minuti sembrava che l’Udinese avesse preso le misure al Napoli ed al nono minuto si rendeva pericolosissima su un errore di Campagnaro ed Aronica che lasciavano libero Torje su cui doveva scalare P.Cannavaro lasciando libero il suo compaesano Floro Flores, per fortuna che il capitano azzurro deviava la palla in corner. Il Napoli mostrava anche le difficoltà di gioco per la posizione incredibile di Cavani da rifinitore piuttosto che da punta e in piu’ tornava sempre in difesa. Dal nulla ecco che arriva il lampo del Napoli assist di Cavani e goal su pallonetto di Lavezzi che si sblocca in casa dopo un anno. A questo punto nel Napoli salgono in cattedra Dzemaili finalmente convincente ed uno straripante Aronica sulla sinistra. Ma l’Udinese aumentava la sua mole di gioco e in dieci minuti in due occasioni si rendevano molto pericolosi con una splendida sforbiciata di Floro Flores e con un tiro dalla distanza di Asamoah bravissimo in tutte due le circostanze De Sanctis anche perchè il pallone gli rimbalzava davanti sul terreno reso viscido dalla pioggia. Verso la fine del primo tempo il Napoli raddoppiava con Maggio in seguito ad un cross perfetto di Dzemaili. Proprio allo scadere del primo tempo brutto fallo di Torje su Aronica che costa al rumeno il giallo anche se forse l’intervento era piu’ da arancione. Nella ripresa Guidolin per dare vivacità all’attacco toglieva il rumeno ed inseriva Fabbrini che si rendeva subito pericoloso con una conclusione finita a lato .In seguito il secondo tempo il Napoli era bravo a controllare anche grazie ad una difesa e ad un centrocampo imperioso. Anzi andava vicino al raddoppio con Lavezzi e con Cavani cercato dai compagni per farlo sbloccare a tutti i costi. Verso la fine della gara Mazzarri attuava un po’ di turn over facendo uscire Hamsik, Dossena e Dzemaili per far entrare Santana, Mascara e Zuniga. Importante negli ultimi dieci minuti l’esperimento riuscito di far giocare la difesa a quattro con Maggio dietro e Santana in mediana , visti gli infortuni di Gargano e Donadel che non faranno rifiatare Inler e Dzemaili nei prossimi 12 giorni. In contropiede Zuniga si mangiava il goal del 3 a 1 .Nel finale le ultime sporadiche azioni dell’Udinese con Floro Flores che cercava di accorciare le distanze. Alla fine brutto battibecco con Aronica che all’attaccante napoletano, nato a due passi dallo stadio, costa un’ ammonizione per vendicarsi di una presunta gomitata ricevuta in precedenza. Napoli alla fine in silenzio stampa e Guidolin che spiegava l’assenza di Di Natale per normale turn over visto che si gioca ogni tre giorni e faceva i complimenti al Napoli dicendo che è un ottima squadra e indicandola come favorita per il tricolore.

Un Napoli bello batte l’Udinese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *