20 novembre 2011 Scritto da 0 | Lazio, Napoli

Tanto cuore nel secondo tempo al Napoli non basta

Tags:

Tanto cuore nel secondo tempo al Napoli non basta. Stasera nell’anticipo della dodicesima giornata al San Paolo si è giocata Napoli Lazio. I partenopei erano da 22- giorni di pausa, causa il rinvio della partita contro la Juventus. La Lazio invece in campionato giungeva a Napoli da capolista e con la consapevolezza di avere un rendimento esterno da invidiare con 4 -vittorie. La Lazio imbrigliava subito il Napoli a centrocampo stando in dieci dietro la linea della palla e il Napoli non riusciva a manovrare nel modo giusto. La Lazio impostava la partita cercando di giocare in contropiede con Cissè pronto a rifornire Hernanes per i suoi inserimenti. Nel primi venti minuti si sono viste solo delle conclusioni dalla distanza di Dzemaili e di Inler di poco fuori. Nella seconda metà del tempo la Lazio prendeva il sopravvento a centrocampo, visto anche l’inguardabile Dzemaili che si sta dimostrando sempre piu’ compassato per il Napoli.

Tanto cuore nel secondo tempo al Napoli non basta

Per i partenopei considerando che nel primo tempo i 3-tenori sono stati inconsistenti il migliore è stato Maggio, quest’ anno quando è in forma sembra davvero imprendibile. La Lazio verso la fine del primo tempo si faceva pericolosa con un tiro di Cissè e con il primo pericoloso inserimento di Hernanes dopo un rinvio sbilenco di De Sanctis. A fine primo tempo fiammate del Napoli con un paio di corner. Nel secondo tempo è un’altra musica, il Napoli mette alle corde la lazio e nei primi tre minuti di gioco Lavezzi ha tre occasioni, sulle quali in due i è stato bravissimo Marchetti, nella terza è stato sfortunato dopo una girata a volo, anche se i tifosi del Napoli incominciano a immaginare l’ inserimento di Insigne nella rosa. Al settimo minuto della ripresa annullato un goal regolare a Cavani per un fuorigioco inesistente di Maggio. Al decimo minuto Gargano entra al posto di Dzemaili che prima di uscire fa la cosa piu’ bella della sua partita una punizione di poco a lato, per dare maggior consistenza al centrocampo. Ma il suo inserimento non è fortunato perché appena entrato innesca due contropiedi della Lazio molto pericolosi. Al decimo minuto del secondo tempo poi anche Reja fa una sostituzione che ha suscitato qualche perplessità fuori Hernanes dentro Matuzalem per dare magggiore copertura, con il brasiliano che non ha preso bene la sostituzione. Alla mezz’ora Mazzarri inseriva Pandev per Dossena per dare maggiore spinta all’attacco. Reja si trovava costretto a togliere Sculli abile anche a perdere tempo in campo scire dal terreno di gioco quando era infortunato con Gonzales. Da sottolineare Rizzoli che ha arbitrato in maniera discutibile per la gestione dei cartellini gialli. A questo punto era Cavani salire in cattedra e a provarci in continuazione in due occasioni bravo ancora Marchetti a toglierli il goal dopo un colpo di testa .Il Napoli però ha anche rischiato grosso dopo una volata di Cissè su P.Cannavaro che ha messo in mezzo il pallone per il libero Matuzalem dopo una diagonale sbagliata di Campagnaro, bravo De Sanctis ad uscire ma c’è stato il rischio della frittata con Campagnaro che non si era accorto dell’uscita del portiere rischiando l’autogol. A fine partita dopo 4 -minuti di recupero Marchetti realizzava un autentico miracolo su Lavezzi. Sul susseguente calcio d’angolo Inler sbaglia un cross e finisce la partita. Il Napoli deve migliorare anche su questo fondamentale visto che non ha dei bravi battitori. A fine partita Sculli trova anche il tempo di battibeccare con la curva B al grido di ladri ladri per i due punti immeritati conquistati al San paolo. Nelle dichiarazioni finali Mazzarri era convinto della prestazione del Napoli del secondo tempo, di tenere i piedi per terra nella conquista dello scudetto , infatti nello spogliatoio ha detto ai suoi calciatori che per lui avevano vinto 4-0 però nello stesso tempo è preoccupato dopo aver visto un po’ il City in prossimità della partita decisiva per la qualificazione in Champions nel pomeriggio su Sky vittorioso per 3-1 con il Newcastle ancora a segno Balotelli sempre piu’ continuo. Reja si godeva il primato solitario ed era contento di non aver preso goal a Napoli e spiegava la sostituzione di Hernanes dicendo che era stanco pe raver giocato due partite con la sua nazionale. Al Napoli manca il miglior Inler e sicuramente un centrocampista visto anche l’infortunio a Donadel che non permette di far respirare al meglio i centrocampisti e neppure Dzemaili. Forse è il caso di far tornare il giovane Maiello da Crotone molto bravo in mediana.

Tanto cuore nel secondo tempo al Napoli non basta cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *