logo.png

22 dicembre 2011 Scritto da 0 | Napoli, Roma

Napoli Roma la riscossa di Luis Enrique

Tags:

Napoli Roma la riscossa di Luis EnriqueStasera allo stadio San Paolo di Napoli si è giocata per la sedicesima giornata Napoli Roma.I partenpei volevano cercare di vincere per fare sei punti prima della pausa natalizia, vincendo successivamente la partita di mercoledi’ contro Il Genoa.

Napoli Roma la riscossa di Luis Enrique

Mentre la Roma voleva proseguire il suo progetto, cercando continuità. Al primo minuto di gioco il Napoli protesta per un fuorigioco dubbio di Lavezzi, però le immagini televisive mostrano che il fuorigioco c’era. Al secondo minuto di gioco la Roma subito in vantaggio dopo un’incursione di La Mela, che metteva un cross in mezzo sul quale Aronica e De Sanctis combinavano la “frittata”. Il Napoli sembrava aver preso il colpo, consegnando il proprio centrocampo alla Roma non pressando e facendo sviluppare il gioco preferito basato sul possesso palla, contando anche le grandissime prestazioni delle due bandiere giallorosse. Roma ancora pericolosa con le incursioni di Osvaldo e La Mela . Verso la fine del primo tempo fiammate del Napoli con le occasioni capitate sui piedi di Hamsik e di Zuniga. Da constatare anche come nel primo tempo il Napoli abbia messo almeno dieci cross in area tutti sul portiere e la mancanza di un vero e proprio gioco, piu’ per problemi mentali che fisici. Da segnalare anche un palo per parte di LaMela e Lavezzi. Nel secondo tempo aumenta l’intensità della pioggia e anche la pressione del Napoli che segnava un goal regolare con Cavani, ma l’arbitro Celi di Roma annullava per un presunto fallo di Maggio su Rosi. In seguito Lavezzi andava vicino al goal e nell’allungarsi per trovare il goal, si procurava uno stiramento che ancora una volta non gli permette di giocare l’ultima partita prima della sosta natalizia. A questo punto Mazzarri inseriva Pandev al suo posto. Mentre la Roma sembrava alle corde ecco il raddoppio che avveniva con Osvaldo bravo a capitalizzare un malinteso tra Campagnaro e De Sanctis. Mazzarri a questo punto tentava il tutto per tutto inserendo Mascara e Dossena al posto di Gargano e Campagnaro. Il Napoli continuava a provarci e in questa serata storta si metteva anche la sfortuna a dire di no. A dieci minuti dalla fine Hamsik riaccendeva le speranze dei partenopei di pareggiare almeno questa partita. Totti rischiava il rosso per un brutto fallo di Zuniga a centrocampo e De Rossi un ‘ammonizione per aver scaraventato via il pallone al centrocampo per non far battere la punizione veloce al Napoli. In seguito ancora errori dell’arbitro Celi che invertiva delle rimesse laterali. Proprio mentre Il Napoli stava producendo il suo maggiore sforzo ecco che la Roma verso il novantesimo minuto chiudeva la partita con un goal di Simplicio anche questa volta complice una deviazione di P.Cannavaro su assist di uno splendido Totti. Luis Enrique cambiava LaMela,Greco e Totti per Bojan, Perrotta e Viviani. Alla fine la Roma espugna il San Paolo dopo due anni. Nelle dichiarazioni di fine gara Mazzarri contestava l’operato dell’arbitro ancora una volta contro il Napoli e difendeva la squadra che secondo lui aveva offerto un’ottima prestazione. De Sanctis invece era preoccupato dell’inversione di tendenza della difesa nelle ultime partite. Totti e Luis Enrique invece erano contenti della vittoria per continuare il progetto Roma. Totti chiariva anche il suo sfogo per i fischi. Mentre Luis Enrique aggiungeva che la partita sarebbe potuta finire anche cinque a cinque. Rimane il fatto che il Napoli deve aver un’inversione di tendenza in campionato, perché in questo momento è fuori dall’Europa.

Napoli Roma la riscossa di Luis Enrique cosa ne pensi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>