23 novembre 2011 Scritto da 0 | Calcio, Champions League, Napoli

Napoli Manchester City una vittoria storica

Tags:

Napoli Manchester City una vittoria storica. Stasera allo stadio San Paolo di Napoli si è giocata la quinta giornata di Champions League .I Partenopei vincendo, oltre ad impreziosire la storia recente del Napoli di De Laurentis, mettevano una serie ipoteca sul passaggio del turno. Davanti a 60 mila spettatori entusiasti con circa mille ospiti, De Laurentis ha fatto un giro di campo raccogliendo appalusi e una piccola contestazione solo dalle curve, fatto molto strano, visto che fino ad ora il Napoli non ha sbagliato niente facendo le cose passo per passo rispettando il progetto. Il Napoli iniziava subito pressando alto, dopo aver udito per l’ennesima volta il grido the Champions, dimostrando voglia di vincere. Ma il City comunque si rendeva pericoloso con il suo gioco palla a terra e con un Balotelli finalmente maturato rendendosi disponibile anche alla fase di copertura. Rispetto alle informazioni della vigilia è proprio questa la sorpresa Super Mario in formazione e non il Kun Aguero.

Napoli Manchester City una vittoria storica

Dopo pochi minuti Napoli vicino al vantaggio con un colpo di testa di Hamsik e con il solito straripante Pocho, tanto bravo nel fare gioco , ma poco lucido quando si tratta di concludere. IL City replica con le conclusioni di Balotelli sul quale è bravo De Sanctis. In seguito bel tiro di Inler deviato da Hart in calcio d’angolo. Al 18° minuto del primo tempo si sblocca Cavani segnando un goal da calcio d’angolo simile a quello fatto allo Steaua Bucarest l’anno scorso. Il Napoli va ancora vicino al raddoppio con Cavani. Nella seconda metà del primo tempo il Manchester City prende il sopravvento a centrocampo con il bravo Yaya Toure e con Dzeko quest’ oggi bravo soprattutto a fare da sponda. Proprio lui propizia il goal del pareggio al 38° minuto di Balotelli, su un suo cross c’è lo svarione di Aronica che fa un assist involontario a Silva, su cui Balotelli è lesto a raccogliere la respinta ravvicinata di De Sanctis.A questo punto al Napoli viene la paura e diventa piu’ timoroso negli ultimi minuti finali sbagliando molto a centrocampo. Nella ripresa inizia subito a spron battuto e riesce a riportarsi in vantaggio con la personale doppietta di Cavani su un assist di Dossena, dimostrando che forse si è sbloccato completamente.Per tutto il secondo tempo il Napoli dà l’impressione di controllare la partita, nonostante il cambio forzato Inler Dzemaili perl’infortunio alla schiena occorso allo svizzero, che forse lo metterà in dubbio per la trasferta di Bergamo in campionato. A cavallo del 20° minuto e del 30° minuto il Napoli per tre volte va vicinissimo al terzo goal con Hamsik e con Lavezzi che si mangiano l’impossibile. A questo punto parte la girandola dei cambi con Mancini che inserisce Nasri per Milner e Aguero per Dzeko e successivamente una terza punta Jonson nei minuti finali. Napoli Manchester City una vittoria storica. Mazzarri invece mette Pandev per far riposare Cavani e Fernandez al posto di Dossena per aver maggior peso sulle palle alte. Negli ultimi 15 minuti come il primo tempo il Napoli abbassa il baricentro e i Citizens hanno tre occasioni per pareggiar edue con Balotelli un goal mangiato di testa e con Aguero bravo De Sanctis a dire di no sia all’italiano che al genero di Diego, ricordato dalle curve per il grave lutto che l’ha colpito per la perdita della mamma. Per il Napoli l’entrata di Pandev non serve a molto , visto che il macedone non è ancora apparso nel pieno della forma essendo impreciso negli appoggi. Il forcing finale del City non produceva molto contando anche l’ottima difesa del Napoli. Partita che nel finale si è anche innervosita abbastanza. A fine gara grande festa sugli spalti. Nelle interviste del dopo gara per il Napoli Hamsik, Mazzarri, cavani e DE Laurentis erano tutti felicissimi nell’ aver dato al Napoli la possibilità di una qualificazione storica e con il presidente che spiegava ai giornalisti il perché dei contratti non molto onerosi, ribadendo ancora una volta di voler rispettare a pieno il Fair play e rispondendo al presidente del City lo sceicco Mansour che ha sulla maglia una sponsorizzazione sospetta quella dell’Ethiad Stadium. Mancini a fine gara dichiarava che secondo lui il City non avrebbe meritato di perdere per le numerose occasioni avute.. A dir il vero è stato il Napoli a rischiarla di pareggiare la partita per demerito suo. Balotelli invece riceveva molti complimenti per la sua maturazione e dichiarava di aver giocato con la febbre. Come analisi di fine gara con il senno di poi forse Aguero sarebbe servito prima al Manchester city e viene il rammarico per il Napoli di non vederlo sempre giocare cosi’ in campionato. Alle ore 00.30 il City lascia lo stadio.

Napoli Manchester City una vittoria storica cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *