26 marzo 2012 Scritto da ClaudioGeravsio 0 | Napoli

Napoli Catania bello lo spettacolo meno il risultato

Tags:

Napoli Catania bello lo spettacolo meno il risultato. Allo stadio San paolo di Napoli per la prima volta alale ore 15.00 è andata in scena per la 29 giornata Napoli-Catania. La partita era importante soprattutto per i partenopei in chiave 3 posto , invece egli etnei ormai salvi vorrebbero puntare almeno all’Europa League. Bello vedere nel pre partita le tifoserie mischiate, con i catanesi che camminavano indisturbati per le vie di Fuorigrotta, in domeniche dove troppo spesso ci troviamo a leggere fatti di violenza nello sport in generale. Napoli iniziava subito bene nel provare a scardinare la difesa del Catania, ma contando anche la stanchezza compiva molti errori in fase d’appoggio e il Catania poteva contare su delle ottime ripartenze. la prima vera occasione da goal era al 20°minuto con un colpo di teta da calcio d’angolo ,Carrizo è bravo a smanacciare in corner.

Napoli Catania bello lo spettacolo meno il risultato

Al 28°minuto del primo tempo il Napoli iniziava a farsi sempre più pericoloso con una bella conclusione di Gargano dalla distanza parata da Carrizo. Poi è il Catania a provarci con due conclusioni che non creano molti pericoli al Napoli, al 31°con Almiron sul cui tiro De Sanctis nona aveva problemi a parare e al 41°minuto con una conclusione di Lodi sulla quale la difesa azzurra era pronta a sventare la minaccia. Il primo tempo si chiudeva con una conclusione di Aronica sballata .Il Napoli giocava bene , ma la precaria condizione di Lavezzi, di tutta la squadra e l’assenza di Maggio si facevano sentire. Nella ripresa dopo i primi 15minutio di studio, con l’entrata di Pandev al posto di Hamsik era un Napoli più vivace. Al 59 °minuto della ripresa occasionissima per il Napoli con Cavani che si presentava solo davanti a Carrizo ma il suo colpo sotto andava alto. Un minuto più tardi Napoli in vantaggio con una bella sventola di Dzemaili. A questo punto rabbiosa la reazione del Catania ben allenato da Montella. Al 63°minuto errore in uscita di De Sanctis, sul quale Berghessio aveva l’occasione per segnare ma Aronica salvava sulla linea. Al 66 °minuto raddoppio del Napoli con Cavani che dopo un palo riusciva sula ribattuta a segnare il suo 19 goal. In seguito Fernandez usciva per crampi al suo posto P.Cannavaro. Subito dopo il raddoppio Montella adoperava il primo cambio fuori Marchese dentro llama .Al 72°minuto altra occasione per il Napoli con un palo diPnadev dopo un bel tiro, anche Dzemaili ci provava per la sua personale doppietta ma la palla veniva deviata dalla difesa catanese. Successivamente il Catania trovava il pari con un colpo di testa di Spolli. A questo punto Mazzrari toglieva il Pocho stanco per Inler. Al 78°minuto altra grande occasione per il Napoli con Dzemaili che calciava a lato dopo aver saltato Carrizo. In seguito cambio di Montella con Ricchiuti che rilevava Barriennos. Ultimo cambio indovinato per il Catania con dentro Lanzafame per Gomez. Proprio l’ex bianconero all’ 84°minuto pareggiava su palla inattiva il vero problema del Napoli. A questo punto la partita diventava nervosa con il Catania che perdeva tempo per conservare il pari prezioso e ala fine ci riusciva. Nelle interviste finali hanno parlato Cavani, Dzemaili, Mazzarri per il Napoli, e per il Catania solo Montella. Cavani aveva l’amaro in bocca per la mancata vittoria molto importante in chiave Champions. Dzemaili invece dichiarava di essere dispiaciuto della mancata vittoria e della conferma che la difesa va migliorata soprattutto sulle palle inattive e in preparazione ala sfida contro La Juventus diceva che al squadra andrà a Torino con la voglia di vincere. Mazzarri invece dopo aver confermato che la squadra è stanca dopo il ciclo terribile di partita, sapeva che gli errori in difesa non vanno più commessi confermava che al squadra ha peccato di cinismo. Sul cambio criticato di Fernandez bravo sulle palle alte dichiarava che ha chiesto l ’argentino il cambio per crampi. Montella era soddisfatto del pareggio strappato per i capelli in un gran stadio mai cosi’ pieno contro una piccola in questo campionato, considerando il fatto che il Napoli poteva chiudere la partita e ala rai in collegamento con Lotito faceva una battuta dicendo che tra Il Napoli e la Lazio in lotta per il 3 posto Champions, lui vedeva favorito il Catania. Conclusione sulla voglia di andare a Roma da tutto lo stadio, senza cambio di sede per quanto concerne la finale di Coppa Italia bocciando l’ipotesi Milano.

Napoli Catania bello lo spettacolo meno il risultato cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *