18 gennaio 2012 Scritto da 0 | Bologna, Napoli

Napoli Bologna due punti buttati al vento

Tags:

Napoli Bologna due punti buttati al vento. Nel posticipo della diciottesima giornata è andato in scena allo stadio San Paolo di Napoli, Napoli-Bologna. Gli azzurri di Mazzarri avevano l’obbligo della vittoria per cercare di recuperare punti per avvicinarsi al terzo posto. Subito dalle prime fasi del gioco si capiva che oggi la partita del Napoli era difficile, con Pioli che bloccava il Napoli sulle fasce con Morleo e Pulzetti, abili a contrastare e a non far avanzare Maggio e Dossena. Dopo dieci minuti di gioco Hamsik ha la palla buona per portare il Napoli in vantaggio al decimo minuto in seguito ad un calcio piazzato ma Gillet compie un miracolo.

Napoli Bologna due punti buttati al vento

Al quattordicesimo minuto Bologna in vantaggio con Acquafresca , che sfrutta gli errori della difesa del Napoli con la tattica del fuorigioco, mettendo in rete un assist di Pulzetti. Nella parte centrale del tempo, il Napoli si mostrava ancora in difficoltà soprattutto con Campagnaro ,Inler, Maggio e Dossena che sbagliavano molti passaggi. L’unico del centrocampo del Napoli che provava a fare qualcosa era Gargano. Il Bologna senza fretta gestiva bene il pallone. Il Napoli vista la carenza di gioco si faceva vedere solo con delle conclusioni velleitarie dalla distanza di Gargano, Inler e P.Cannavaro. Nel finale di tempo in seguito ancora a dei cross sbagliati, il Napoli con qualche calcio d’angolo si faceva pericoloso la squadra partenopea protestava in particolar modo con Cavani per qualche fallo non fischiato dall’arbitro Brighi di Cesena. La ripresa iniziava come la metà dell’incontro , con il Napoli che soffriva il pressing degli emiliani. Mazzarri provava a cambiare modulo inserendo Zuniga per Campagnaro e spostando Maggio come quarto di difesa. Al decimo minuto della ripresa, buona occasione per Pandev che ad un metro dalla porta non riesce a girare. Al ventiquattresimo minuto una conclusione di Aronica dalla distanza prima del pareggio del Napoli, su azione di contropiede, con Ramirez appena subentrato ad Acquafresca, serviva a Di Vaio la palla del possibile due a zero, ma trovava un bravissimo Maggio in fase di copertura. Al venticinquesimo minuto della ripresa l’episodio che cambiava le sorti del match rigore per un mani di Perez in area con Cavani che non sbagliava per l’uno a uno, dando maggior verve ai partenopei. In seguito entrava anche Vargas per Maggio per tentare il tutto per tutto. Il Bologna faceva entrare l’ex Garics e Crespo al posto di Raggi e Pulzetti. Napoli arrembante nel finale con molti calci piazzati, ma verso il novantesimo minuto rischiava anche di subire la sconfitta con un bel tiro di Di Vaio. Nei minuti finali Napoli con cinque punte con anche Lucarelli in campo al posto di Inler. Nei tre minuti di recupero forse anche pochini, il Napoli rischiava il tracollo con il Bologna che attaccava di piu’.Nelle dichiarazioni di fine gara per il Bologna parlavano Pioli e Gillet , per il Napoli Mazzarri ed Inler. Mazzarri si diceva rammaricato per non aver vinto , dichiarando che quando non si segna subito ,la partita si mette in salita, alla fine si è rischiato di perdere e dispiace per aver mancato una vittoria possibile contro una “piccola”. Inoltre ha sminuito ai microfoni di Mediaset un interesse per lui da parte di un club inglese. In piu’ ha riaffermato che i tifosi del Napoli devono essere contenti per il momento di quanto fatto finora. Inler invece spiega che per lui alla fine il pareggio non è una delusione, ma un punto guadagnato, visti i rischi nel finale di gara e che in serie A non c’è distinzione tra” piccola e grande”. Pioli e Gillet erano contenti di aver fermato una super squadra come il Napoli. Il tecnico aggiungeva che per lui il rigore non c’era a termine di regolamento ,perché non c’era la volontarietà del fallo, richiamandosi anche alla riunione svoltasi a Roma .Faceva i complimenti alla sua squadra per la forza e la compattezza mostrata e per aver bloccato il Napoli sulle fasce. A fine gara si sentiva il malcontento dei tifosi che chiedevano rinforzi dal mercato, infatti forse urge un esterno di sinistra che funga da ricambio a Dossena. Mazzarri deve prendere atto delle difficoltà le squadre piccole con le quali il Napoli ha fatto appena dieci punti, proprio gli stessi punti fatti con le squadre grandi.

Napoli Bologna due punti buttati al vento cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *