16 febbraio 2012 Scritto da Claudio 0 | Napoli

Il Napoli ricomincia a vincere

Tags:

Il Napoli ricomincia a vincere. Il Napoli ricomincia a vincere per l’Europa dopo un mese allo stadio San Paolo di Napoli è andato in scena Napoli Chievo per il posticipo della ventitreesima giornata. I partenopei dovevano vincere per riscattare gli ultimi passi falsi e per cercare di agguantare il quinto posto utile per l’Europa League, dopo la sconfitta con il Siena in Coppa Italia, per cautelarsi da eventuali rischi.

Il Napoli ricomincia a vincere

Il Chievo autentica bestia nera del Napoli, voleva continuare a cercare di mettere i bastoni tra le ruote del Napoli, per salvarsi il prima possibile. La partita iniziava con il poco pubblico previsto sugli spalti e con uno striscione un po’ polemico della curva B verso il Napoli. Dopo un paio di spunti di Lavezzi ed un tiro di Inler, per la verità chiamato da tutto lo stadio, ecco il goal di Britos al quindicesimo minuto di testa su un calcio d’angolo. Da registrare anche il ritrovato Inler e il ritorno di Grava dal primo minuto in campo dopo aver giocato solo qualche minuto della partita casalinga contro il Lecce. Dopo il vantaggio la partita si metteva sui binari giusti per il Napoli, con il Chievo che veniva controllato bene , finalmente si sentivano gli applausi del San Paolo soprattutto perché il Napoli sembra essere tornato quello dei bei tempi anche contro una provinciale. Anzi era ancora il Napoli che andava vicina al vantaggio con un bel tiro di Inler di poco a lato e con il tiro di Cavani respinto dalla difesa veneta. Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo il Chievo saliva di tono e il Napoli arretrava un po’ il baricentro,. Al trentaseesimo minuto del primo tempo, giallo dopo un fallo di mano di Paloschi, con Aronica che gli rifilava una gomitata in faccia, rischiando il rosso. Al quarantunesimo minuto del primo tempo, l’episodio che decideva la partita, sul prosieguo di un’ azione di Cavani, Sorrentino stendeva l’uruguagio, che subito dopo segnava il rigore del 2-0.Nella ripresa il Napoli trovava ancora più spazi cercando di sfruttate la sua arma migliore il contropiede, con il Chievo che cercava di aprirsi per conquistare il pareggio. Al cinquantatreesimo minuto della ripresa un bel tiro di Gargano dalla distanza, ben parato da Sorrentino in corner. Dopo il primo quarto d’ora , il Napoli incominciava ad essere un po’ stanco e a soffrire il Chievo che inseriva anche la bestia nera del Napoli Moscardelli per Paloschi. Moscardelli appena entrato veniva beccato dal pubblico. Con il Chievo che alzava il baricentro, i Napoli doveva adoperare qualche cambio con Maggio per Hamsik e lo spostamento della difesa a quattro. Successivamente entravano anche Pandev ancora per un Lavezzi che accendeva la luce ad intermittenza e Vargas sul finale di partita al posto di Cavani per fargli acquistare sempre più fiducia. Nei minuti finali il Chievo faceva entrare Vacek e Rigoni al posto di Bradley e Luciano. Il Napoli verso la fine della partita si procurava i brividi da solo sbagliando diversi appoggi, mostrando ancora qualche lacuna fisica e mentale. il Chievo era pericoloso proprio con Moscardelli e con Pellisier .Ma alla fine con qualche brivido di troppo il Napoli riusciva a portare a casa una vittoria fondamentale a fine gara però Vargas probabilmente si procurava una distorsione alla caviglia, dopo un passaggio troppo lungo di Zuniga.Nelle interviste di fine gara Mazzarri ammetteva che il Napoli è ancora in difficoltà , ma che oggi era importante riprendere a vincere anche giocando male contro una piccola come il Chievo. Cavani invece era fiducioso nel dichiarare che il periodo difficile è passato, e ora è concentrato prima su Firenze, partita probabilmente anticipata alle ore 18.30 su richiesta del Napoli per arrivare poi alla super sfida contro il Chelsea In Champions più preparato ed anche per le condizioni proibitive di questi tempi come confermato dall’ad della Fiorentina Mencucci. Di Carlo invece protestava sul rigore del Napoli dicendo che Cavani era in fuorigioco e sulla gomitata di Aronica, dicendosi anche dispiaciuto di non avere fatto punti al San Paolo dopo un secondo tempo splendido.

Il Napoli ricomincia a vincere cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *