logo.png

3 febbraio 2012 Scritto da 1 | Napoli

Genoa Napoli ancora un’occasione persa dagli azzurri

Tags:

Genoa Napoli ancora un’occasione persa dagli azzurri. Domenica 29 gennaio allo stadio Marassi di Genova si è giocata la partita Genoa Napoli sotto una debole nevicata, nel secondo tempo. I partenopei erano motivati a vincere per continuare il discorso Champions, anche per il passo falso dell’Udinese a Torino il sabato sera, perché in caso di vittoria i partenopei si sarebbero portati a soli 6 punti dai friulani. Il Genoa invece aveva voglia di rivincita dopo i 6 goal subiti il 21 dicembre a Napoli, dopo il recupero della 1 giornata di campionato giocata il 21 dicembre .Prima della partita, ricorreva il diciassettesimo anniversario della scomparsa di Vicenzo Spagnolo, tifoso Genoano ucciso da un tifoso milanista, prima della partita Genoa Milan del lontano 1994.

Genoa Napoli ancora un’occasione persa dagli azzurri

Le due tifoserie gemellate si sono date appuntamento sotto la lapide di Vicenzo Spagnolo, dopo un corteo. Subito dai primi minuti di gioco , si vedeva come il Napoli che in formazione aveva adoperato 4 cambi, soffriva a centrocampo con Dzemaili al posto di Inler che non riusciva ad accorciare tra i reparti e con il Genoa che aveva buon gioco .Dopo i primi minuti di sofferenza, al venticinquesimo minuto del primo tempo, il Napoli provava ad uscire dal guscio con Pandev , ma il suo cross era debole e Frey non aveva alcun problema in uscita su Hamsik. Ma verso la fine del primo tempo il Genoa firmava un uno due micidiale, prima con un grandissimo goal di Palacio con un tiro a volo dopo un assist perfetto di Gilardino e dopo pochi minuto con Gilardino, che di testa batteva De Sanctis dopo un errore di P.Cannavaro in copertura. Lo stesso capitano azzurro si infortunava e Mazzarri era costretto ad operare un cambio mettendo Maggio al posto di P.Cannavaro spostando la difesa a quattro. Nella ripresa con il cambio di modulo sembrava un Napoli più vivo. Inoltre Mazzarri le tentava tutte inserendo anche Cavani al posto di Zuniga, per un Napoli a trazione anteriore. Infatti il Napoli al sessantacinquesimo minuto del secondo tempo aveva l’occasione per accorciare le distanze, con Hamsik che però tirava addosso a Frey sbagliando dopo Bologna, la sua seconda occasione in poche settimane. Quattro minuti dopo, si applica la solita legge del calcio ,ciò è goal sbagliato seguito da un goal subito, con il Genoa che segna il 3-0 dopo un errore di Campagnaro e un assist di Gilardino a Palacio. A questo punto ci sono gli ultimi cambi, nel Genoa esce Sculli per Birsa e nel finale sostituisce Biondini per il primavera Sampierisi e nel Napoli entra Vargas per Pandev per far entrare sempre meglio il cileno nel ritmo partita. A questo punto il Napoli si sveglia in ritardo con un uno due micidiale, con Cavani e Lavezzi che riportano il punteggio sul 3-2 su assist di Maggio e Gargano. Nel finale di tempo arrembaggio del Napoli che rischiava anche di prendere il quarto goal L’occasione più pericolosa è un tiro di Dzemaili, su cui fa buona guardia Frey. A fine partita le analisi per il Napoli sono che si è sprecata un’altra occasione per accorciare la classifica e che forse Mazzarri deve cambiare un po’ la difesa davvero imbarazzante nell’ultimo periodo. Ora in vista del turno infrasettimanale contro il Cesena si dovrà valutare l’entità dell’infortunio di P.Cannavaro, costretto a saltare la partita di domani sera. Nelle interviste di fine gara parlavano per il Genoa Palacio, Preziosi e Marino. Mentre per il Napoli solo Mazzarri. I tre genoani erano tutti concordi di aver fatto una grande prestazione , ma di essere riusciti a vincere con troppa sofferenza contro dei grandi campioni. In più’ Palacio aggiungeva di aver scambiato la maglia con Cavani perché è un grande campione. Marino diceva che era contento che la gente si fosse divertita, ma che il modulo del Genoa porta a scoprirsi e a subire troppi goal nonostante abbia segnato 9 goal nelle ultime tre partite. Marino ora è curioso dopo aver visto i Dvd di vedere all’opera il nuovo acquisto Carvaho .Preziosi invece parlava anche di mercato ammettendo di trattare Cerci , di aver preso la metà del giovane Immobile e di aver preso un giovane ,Carvalho. Mazzarri invece spiegava come secondo lui i suoi giocatori solo nei primi 20-30 minuti non hanno giocato bene, commettendo un altro errore individuale difensivo sui goal. Poi nel secondo tempo è stato un monologo del Napoli. Si è lamentato per un fallo su Maggio sul terzo goal del Genoa non visto dall’inadeguato arbitro Rocchi di Firenze, forse sbagliata la sua designazione dopo le polemiche di Inter Napoli e soprattutto perché è indagato a Napoli ancora per Calciopoli. Sull’esclusione di Cavani spiegava che era necessaria per motivi di turn over e di evitare infortuni e su Vargas diceva che va inserito gradualmente aumentando sempre di più il suo minutaggio.

Genoa Napoli ancora un’occasione persa dagli azzurri cosa ne pensi?

One thought on “Genoa Napoli ancora un’occasione persa dagli azzurri

  1. Pingback: Genoa Napoli ancora un’occasione persa dagli azzurri « tuttosports

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>