logo.png

7 maggio 2012 Scritto da 0 | Lazio, Udinese

Udinese – Lazio partita finita in rissa

Tags:

Friuli di Udine si è giocato il posticipo Udinese – Lazio valevole per la 36 giornata di campionato , partita fondamentale per l’Europa. Fin da subito, la partita era su ritmi frenetici per la posta in palio che si vedeva fosse alta. L ’Udinese gestiva il possesso palla e la Lazio in contropiede cercava di rispondere, e di applicare un catenaccio stile Chelsea durante il ritorno della semifinale di Champions League.

Udinese pericolosa con due conclusioni di Pinzi e Di Natale, mentre la Lazio pericolosa solo nel finale con un colpo di testa di Rocchi ben parato da Handanovich. Per la Lazio in continua emergenza, le cose si mettevano ancora peggio per gli infortuni di Matuzalem e Biava.Nella ripresa la musica non cambiava con l’udinese che cercava la vittoria e la Lazio a difendersi , ma il gioco latitava. Basta al minuto °63 si faceva Pericoloso con una conclusione di pochissimo alta. Udinese in vantaggio al minuto °67 con una bella conclusione di Di Natale su assist di Domizzi. La reazione della Lazio è affidata a Ledesma per una conclusione della disperazione. Nei minuti finali e durante i 4 minuti di recupero, la Lazio premeva e anche il portiere Marchetti provava a rendersi pericoloso su ‘azione da calcio d’angolo. Inoltre al minuto 85° ingenerosi fischi dalla civilissima Udine per una presunta perdita di tempo di Marchetti dopo uno scontro di gioco con Torje, invece il portiere della lazio aveva avuto un principio di svenimento. Al 94° minuto per un fischio sbagliato presumibilmente dalla tribuna la lazio raddoppiava con Pereyra e questo faceva scatenare un parapiglia, con vari dirigenti e giocatori coinvolti. Con Dias espulso e Scaloni ammonito. Inoltre Marchetti strattonava anche l’arbitro. A fine partita addirittura pensa che il fischio sarebbe partito dalla panchina friulana. Alla fine la lazio perdeva la testa e probabilmente perderà molti giocatori. Per la corsa Champions per la condiziona mostrata tra le 4 squadre a pari merito favorite Napoli e Inter. Nelle interviste finali hanno parlato Guidolin e Domizzi, visto che la Lazio non ha parlato era contento perché per il mini Play Off Champions, l’Udinese con questa vittoria è tornata in corsa e questo è straordinario viste le potenzialità delle rosa. Sul fischio finale, Guidolin giurava sulla sua famiglia che il fischio è partito dalla tribuna e non dalla panchina come sostenevano i giocatori della Lazio. Guidolin inoltre tranqullizzava la Lazio dicendo che tutti avevano sentito il fischio , ma lui no perché dalla panca stava urlando e aggiungeva che nel finale di partita è normale essere più nervosi. Guidolin ammetteva che Fabbrini sta crescendo sempre meglio da rifinitore. Reja invece non ha parlato come comunicato dalla Lazio. Domiziz invece sognava la Campions.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>