logo.png

8 marzo 2012 Scritto da Claudio geravsio 0 | Juventus, Serie A

Juventus addio scudetto dopo l’ultimo pareggio

Tags:

Juventus addio scudetto dopo l’ultimo pareggio. Campionato Bologna-Juventus , Parma Fiorentina e Cesena-Catania. Le partite erano importanti soprattutto per la lotta per la salvezza e forse qualcosa in più per il Catania vista la posizione in zona Europa League. La Juventus invece poteva augurarsi di passare nuovamente in testa insieme al Milan per cui aveva bisogno di vincere. Bologna – Juventus nella formazione bianconera subito balzavano agli occhi le esclusioni di Quagliarella e Del Piero e l’inserimento di Borriello in attacco nella rotazione di Conte , dove gli attaccanti si devono sempre trovarsi pronti attendendo il loro turno in panchina.

Juventus addio scudetto dopo l’ultimo pareggio

Nel Bologna Pioli aveva preparato una gabbia tattica per bloccare Pirlo mettendo Diamanti e soprattutto Ramirez in marcatura sull’ex rossonero, che prima di sparire dal campo impensieriva Gillet con una punizione. Quattro minuti più tardi è il Bologna a passare in vantaggio con Di Vaio sul filo del fuorigioco ben servito da Ramirez. Nella fase finale e centrale del primo tempo, la Juve non reagiva anzi appariva nervosa come se la squadra per i duri allenamenti di Conte avesse perso lo smalto, subendo anche le ammonizioni per Bonucci e per Pirlo. In contropiede il Bologna dava l’impressione di essere sempre pericoloso, con la Juve forse peggiore di tutto il campionato. Nella ripresa dopo 10 minuti ecco il pareggio bianconero con il perfetto pallonetto di Vucinic in uscita su Gillet. Subito dopo il pareggio la Juve sembrava aver ripreso vigore con due occasioni in successione con Lichtsteiner e Marchisio in tutti e due i casi Gillet è stato miracoloso. Ma al 25 °minuto Borriello che avrebbe avuto la palla goal del 2-1 incredibilmente sparava addosso a Gillet, dopo una combinazione Vucinic Pepe. Subito dopo Conte veniva espulso per proteste per un presunto fallo da rigore su De Ceglie, con il Bologna che continuava l’azione. Negli ultimi dieci minuti la Juve gioca senza Vucinic e Borriello che lasciano il campo a Giaccherini e Quagliarella. n seguito la Juve soffriva per l’espulsione di Bonucci per fallo su Ramirez involatosi verso la porta di Buffon. A questo punto Conte per prudenza, inseriva Padoin centrocampista più difensivo per Pepe e Pioli inseriva la terza punta, ma il risultato non cambiava. A fine partita Conte diceva di non spiegarsi l’espulsione e di essere contento della prestazione offerta dai suoi ragazzi nonostante il pareggio, per aver dominato la partita avendo avuto molte occasioni. In più polemizzava per uno striscione verso Pessotto. Pioli anche lui era soddisfatto per la prestazione offerta e per il passettino avanti verso la lotta salvezza. Nel finale ha ammesso di aver provato a vincere la partita vista la superiorità numerica

Parma-Fiorentina Al Tardini di Parma si è giocata la sfida salvezza, con il Parma furente per le decisioni arbitrali poco fortunate di domenica scorsa in Parma –Napoli .Parma in vantaggio nel primo tempo con Okaka .Nella ripresa, la Fiorentina in 10 minuti ribaltava il risultato portandosi sul 2-1 con Nastasic e con Cerci appena entrato. Al 71°minto un’ ingenuità di Cassani portava al pareggio di Giovinco su rigore che fissava il risultato finale giusto per quanto visto nell’arco della partita. Nel finale le uniche cose da rilevare l’occasione mancata da Lazzari per il vantaggio della Fiorentinae il curioso siparietto con l’arbitro Rizzoli che cambiava il destinatario del giallo dopo aver espulso Behrami per doppia ammonizione, ammonendo poi Nastasic. A fine partita Delio Rossi dichiarava che la Fiorentina avrebbe meritato più sorte visti gli episodi ma è andata cosi’. Donadoni invece ha detto che il Parma sta peccando troppo sotto porta , mentre per il gioco è soddisfatto dei suoi è ha anche ammesso che al Parma dopo la partita intensa con il Napoli deve recuperare le energie .

Cesena-Catania dopo una partita ben giocata dal Catania la partita si chiude sullo 0-0. Per il Cesena un altro rallentamento nella corsa salvezza. Nel finale espulso Almiron per un fallo di reazione su Comotto proprio davanti all’arbitro. A fine gara Beretta ha rilasciato dichiarazioni pesanti contro l’arbitro dicendo che ha penalizzato il Cesena per la poca conoscenza della lingua di Pudil espulso nel primo tempo, anche se a dire il vero l’arbitro Rocchi visto che è internazionale da molto tempo l’inglese lo dovrebbe sapere. Facendo poi i complimenti ai suoi ragazzi pe raver affrontato il Catania in un ottimo momento di forma. Montella invece ha dichiarato che si è rammaricato per la vittoria sprecata dopo le numerose occasioni.

Juventus addio scudetto dopo l’ultimo pareggio cosa ne pensi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>