21 settembre 2011 Scritto da 0 | Inter

Un Inter di serie B

Tags:

Stasera si è giocato in uno sul campo sintetico dello stadio Piola per altro gremitissimo Novara Inter, per i Piemontesi rappresentava il ritorno in serie A davanti al loro pubblico dopo cinquantacinque anni. Per Gasperini era una sorta di ultima spiaggia per salvare la sua panchina dall’esonero. Subito per l’Inter si è capito che non fosse una serata facile asfissiato dal pressing del Novara dopo appena trenta secondi Lucio sbagliava un retropassaggio per Julio Cesar dando un assist a Meggiorini che a porta vuota trovava il prodigioso intervento del portiere brasiliano.
Un Inter di serie B Dal calcio d’angolo seguente ancora brividi per la difesa Nerazzurra con Julio Cesar che mancava l’intervento, ma in questo caso era Chivu che salvava l’Inter. Dopo dieci minuti di smarrimento Sneijder fuori posizione tatticamente prendeva in mano la squadra agendo da regista e non da rifinitore per via delle tre punte messe da Gasperini, con le sorprese Castaignos e Milito dall’inizio. L’Inter usciva dal guscio con le conclusioni dell’olandese e di Forlan di poco a lato. Il Novara però dopo i primi venti minuti di studio prendeva il comando delle operazioni del gioco di fronte a un ‘Inter smarrita dal ritorno alla difesa a tre e andava vicino al goal con Meggiorini e Morimoto vere spine nel fianco della difesa interista. Subito dopo una conclusione alta di Radovanovic ecco il goal in contropiede di Meggiorini su assist di Mazzarani, che mandava su di giri il pubblico di Novara. Dopo un minuto di recupero le squadre andavano negli spogliatoi. Nel secondo tempo Gasperini gettava nella mischia Pazzini invocato ad tutti persino da capitan Palombo ospite in sabato sprint sulla Rai che aveva proprio chiesto al tecnico interista l’inserimento del compagno di squadra ai tempi della Samp e di Obi al posto di Castaignos e Forlan cambiando cosi’ di nuovo modulo e passando alla difesa a quattro. Dopo l’inserimento di zarate per uno spento Sneijder l’Inter dava l’impressione di poter organizzare la rimonta andando vicino al goal in due occasioni con il Pazzo. Ma proprio nel momento di maggior sforzo Il Novara riusciva a ritrovare compattezza nei reparti e si procurava un rigore con Morimoto bravo a saltare Ranocchia rimasto in campo eroicamente per non lasciare al squadra in dieci avendo già fatto i 3 cambi a disposizione e a guadagnarsi la sua espulsione, successivamente Rigoni trasformava il rigore, che sembrava chiudere la partita .Ma l’Inter cacciava l’orgoglio in dieci e la riapriva con Cambiasso a due minuti dalla fine. Nel recupero il Novara chiudeva la pratica con la doppietta di Rigoni sfruttando un tiro di Gori entrato nella ripresa. Per Rigoni, era la sua rivincita personale dopo due anni dove praticamente non aveva giocato per infortunio. A fine gara lo stadio di Novara si trasformava in una discoteca, con Moratti che lasciava lo stadio scuro in volto e meditandosi sul da farsi. A fine gara il presidente rispondeva ai giornalisti dicendo che Gasperini non aveva piu’ in mano la squadra e all’uscita dello stadio aveva anche una discussione con un tifoso del Novara. Per i sostituti si fanno i nomi di Figo, di Ranieri oppure di Roby Baggio. Domani mattina ne sapremo di piu’.Certo è che l’Inter non può avere questi squilibri tattici e subire diciassette goal nell’arco di tre mesi compreso il precampionato.

Un Inter di serie B cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *