logo.png

14 marzo 2012 Scritto da Claudio Gervasio 0 | Inter

Napoli e Inter vittorie importanti per l’europa

Tags: ,

Napoli e Inter vittorie importanti per l’Europa. Napoli-Cagliari. allo stadio San Paolo di Napoli è andata in scena Napoli-Cagliari con una cornice di pubblico importante per una partita di basso profilo, con le solite file chilometriche per accedere al San Paolo. Partita soprattutto importante per il Napoli per la rincorsa al terzo posto. Mentre il Cagliari arrivava a Napoli incerottato come ammesso dal presidente Massimo Cellino alla vigilia della gara , prevedendo di sicuro la sconfitta forse per scaramanzia. Nelle formazioni annunciate alla vigilia nel Napoli in panchina a sorpresa non era presente il promettente giovane Dezi della primavera , ma l’attaccante Ammendola. Nel Cagliari non si vedeva Cossu’ in campo al suo posto Ekdal. Al primo vero affondo Napoli in vantaggio con Hamsik al minuto 10 °con un bel rasoterra. Dopo dieci minuti al 20° il raddoppio del Napoli con il capitano P. Cannavaro sul filo del fuorigioco.

Napoli e Inter vittorie importanti per l’europa

Al 30°minuto del primo tempo il Napoli triplicava con Lavezzi che propiziava con le sue serpentine l’autogoal di Astori. A questo punto Ballardini cambiava lo spaesato Nainggolan non al meglio della forma inserendo Thiago Ribeiro .Verso la fine del primo tempo il Napoli aveva un calo di concentrazione e il Cagliari si rendeva pericoloso con l’unico giocatore bravo ad impensierire tutta la difesa napoletana Ibarbo. Sul finire del primo tempo Larrivey accorciava le distanze di testa su punizione. Nella ripresa la musica non cambiava con il Napoli che in attacco e sfiorava il quarto goal con Pandev e Lavezzi. Nel Cagliari si vedeva Perico al posto di Pisano. Al minuto 55°il Napoli fa poker dopo l’atterramento in area su Lavezzi da parte di Canini, lo stesso argentino batte lui il rigore e non il secondo rigorista designato che è Hamsik. A questo punto Mazzarri utilizzava i cambi facendo uscire i due tenori per Cavani e Maggio. Al minuto 70°C’era spazio anche per il goal di Gargano, in seguito sostituito dal giovane Vargas. Sul finire di gara curioso esperimento di Mazzarri con Zuniga in mediana. Il Napoli si rilassava di nuovo e dava l’opportunità a Larrivey di segnare il secondo goal . Finita? Macchè al 83°minuto Maggio chiudeva il set per il 6-2.Il Napoli a questo punto concedeva un nuovo break al Cagliari per un errore di Campagnaro in appoggio, sul proseguire dell’azione un nuovo errore dell’argentino che andava incontro a P. Cannavaro che non riusciva a tenere l’incontenibile Ibarbo che metteva in mezzo per Larrivey per la sua personalissima tripletta di testa. Alla fine il Match tennistico si chiudeva sul punteggio di 6-3, curioso episodio alla fine con Larrivey che chiedeva all’arbitro di trattenere il pallone in ricordo di questa serata. Ora il Napoli preparerà al meglio la sfida di Londra al Chelsea. Nelle interviste di fine gara Mazzarri ha confermato di essere preoccupato degli errori difensivi e di concentrazione in vista di Londra aggiungendo che il Cagliari fino a quando la partita era combattuta ha dato filo da torcere al Napoli, motivo in più per dire che in serie A nulla è scontato. Maggio è contento della prestazione di grande carattere che fa bene alla partita di Londra difficile per l’approccio ambientale come in settimana è successo al Milan all’Emirates che ha rischiato il Karakiri. Ballardini invece ha ammesso che con gli infortunati che aveva il Cagliari la squadra non era al 100% ed è entrata in sofferenza. Chievo-Inter nell’altro anticipo sempre in vista della Champions si sono affrontate Chievo Verona ed Inter .I clivensi sono in salute come dimostrato dal pareggio contro la Juve a Torino, mentre gli uomini di Ranieri dovevano riprendere a vincere ameno per l ’Europa league, per tenere ben salda la panchina del tecnico e per risollevare il morale in vista del ritorno di Champions della partita contro il Marsiglia. L’Inter partiva più determinata .Al 13°minuto del primo tempo l’Inter usufruiva di un rigore per mani in area di Acerbi su un ‘azione di Milito, lo stesso argentino andava dal dischetto facendosi ipnotizzare dal portiere Sorrentino. Nella fase centrale del primo tempo era l’Inter ad andare ancora vicina al goal con una traversa del redivivo Sneijder, che ancora una volta ha tolto il posto a Pazzini un po’ in ombra in questa stagione. Subito dopo è Stankovic con una bella conclusione ad andare vicino al goal ma la pala sorvolava la traversa, precedentemente Milito aveva protestato per un mani netto di un difensore del Chievo in area di rigore ,ma in questo caso per l’arbitro il rigore non c’era. Al 42°minuto è il Chievo a protestare per una trattenuta di Lucio su Pellisier che comunque era riuscito a ribadire verso la porta di Julio Cesar. Nella ripresa i ritmi salivano ancora d’itensità ed è Sneijder che dava a Poli una palla d’oro che il giovane centrocampista non appoggiava i n goal da ottima posizione. In seguito l’Inter utilizzava primi cambi con Cambiasso la posto di Poli e Pazzini al posto di Forlan. Proprio Cambiasso appena entrato da pochi passi sfiorava il goal, piuttosto facile la palla sbagliata dall’argentino che fa vedere come non è ancora tranquillo come una volta dopo i fischi subiti .Mentre la partita sembrava volgere sullo0-0 ecco l’1-2 dell’Inter targato argentin0 prima Sammuel di testa all’87°minuto e poi Milito siglavano il risultato sul 2-0 per quanto visto vittoria meritata dell’Inter. Nelle interviste di fine gara per l’Inter hanno parlato Ranieri, il presidente Moratti e Poli per il Chievo solo mister di Carlo. Ranieri ha dichiarato che all’uscita dal tunnel si è commosso per quanto dato dai ragazzi perchè dopo un mese e mezzo senza vittoria era difficile emergere. Anche Moratti si diceva contento dopo questa vittoria, in più ha fatto i complimenti a Mazzarri tecnico del Napoli per il campionato che sta disputando , anche in vista di un probabile interessamento per una panchina futura .Poli invece ha confermato di stare bene all’Inter e di essere fiducioso per il proseguo della stagione. In più lui ha anche ringraziato Ranieri per la fiducia concessa nel ruolo di centrale ed ha smentito un interesse della Juve sul suo cartellino .Di Carlo ha ammesso che il Chievo ha giocato meglio nel primo tempo ed ha spiegato la sua espulsione per aver oltrepassato la linea tecnica.

Napoli e Inter vittorie importanti per l’europa cosa ne pensi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>