15 maggio 2011 Scritto da 0 | Notizie

37 Giornata : Il punto sul campo

Tags:

Lo spettro che tanto ha fatto tremare il popolo blucerchiato in queste ultime settimane si è materializzato: la Sampdoria è in serie b e non si può dire che questa retrocessione non sia meritata per una squadra che ha mostrato una fragilità troppo evidente rispetto alle dirette contendenti. Un girone di ritorno disastroso con soli 10 punti conquistati, su cui pesantemente hanno influito le scelte dirigenziali in sede di mercato, non poteva che portare a questo triste e mortificante epilogo. La partita di oggi contro il Palermo ha confermato la tendenza, soprattutto casalinga degli ultimi mesi; squadra timorosa che parte con buona volontà ma destinata a sciogliersi alle prime difficoltà, rete regolare annullata a Pozzi e gol del leccese Miccoli che ha mantenuto la promessa fatta ad una città intera. La ripresa, con le notizie impietose del Lecce vincente a Bari, è stata una logorante agonia, con i tifosi, davvero esemplari, che mai hanno smesso di sperare ma che si sono dovuti arrendere quando Pinilla, dopo la rete del pareggio di Biabiany, ha realizzato la rete del definitivo 2-1. Per una metà di Genova che piange, oggi è stata la giornata della festa per Cesena e Lecce, autori di un campionato entusiasmante conclusasi con una meritata salvezza. Un plauso agli allenatori Ficcadenti, confermato a ragione dal presidente Igor Campedelli in un momento estremamente difficile, e Gigi De Canio, autore di un miracolo con una squadra che ad inizio stagione molti davano per spacciata. Un altro allenatore sta vedendo ormai concretizzarsi un sogno che pian piano si è materializzato grazie a bel gioco ed idee: Franceso Guidolin. Con la vittoria Verona contro il Chievo per 2-0, alla strepitosa ‘Udinese infatti, basterà un pareggio nell’ultima gara interna contro il Milan Campione d’Italia, per conquistare uno storico e meritatissimo accesso ai preliminari di Champions League. Si dovranno probabilmente arrendere la Lazio, che ancora può sperare dopo il 4-2 di ieri sul Genoa, la Roma che perde a Catania e la Juve, sconfitta a Parma da un fantastico gol dell’ex Giovinco. Si salva anche il Bologna, comunque autore di un campionato strepitoso, che non può essere offuscato dalle ultime sconfitte, che pareggia 1-1 a Firenze nell’anticipo delle 12:30. Stasera al Napoli del discusso Mazzarri, basterà un pareggio per assicurarsi il matematico accesso diretto alla fase a gironi della Champions League, Inter di Leonardo permettendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *