logo.png

24 ottobre 2011 Scritto da 0 | Motogp

Marco Simoncelli la morte di un ragazzo simpatico a tutti

Tags:

Marco Simoncelli la morte di un ragazzo simpatico a tutti Ieri Marco Simoncelli mentre stava correndo il gran premio della Malesia in Moto GP è morto alle ore 16.56 le 10.56 in Italia, dopo 45 minuti dall’incidente nonostante i vari tentativi di rianimarlo.
Il Sic, suo soprannome, è arrivato all’ospedale di Kuala Lumpur già in arresto cardio circolatorio avvenuto durante il suo trasporto in ambulanza. La gara è stata vista da tanti italiani, considerando anche il fuso orario conveniente e le varie dirette tv. L’incidente è avvenuto al secondo giro mentre stava lottando con Alvaro Bautista , la sua moto ha avuto una traiettoria innaturale e invece di finire sull’erba è rotolata in pista e l’impatto è stato inevitabile con Edwards e Valentino Rossi amico personale di Simoncelli, cosi’ facendo non si è potuta evitare una tragedia. La gara è stata subito fermata. Simoncelli era un ragazzo solare e pulito , amato da tutti gli sportivi per la sua disponibilità e per la simpatia. Non solo nel motociclismo era apprezzato ma anche da altri sportivi come i calciatori e i vari addetti ai lavori.Ieri grande commozione in tutti i campi di serie A durante il minuto di silenzio. Simoncelli era tifoso del Milan e doveva essere in tribuna mercoledi’ sera in occasione di Milan Parma. Come confermato da Galliani il Sic era amico di Abbiati ed Ambrosini e alla notizia della sua morte la squadra rossonera ha giocato sotto choc e questo ha probabilmente influito sul risultato sportivo del primo tempo del Milan. Addirittura ai giornalisti di Italia 1 aveva fatto vedere la sua cameretta con tutti i suoi caschi e poster del suo mito Valentino Rossi. Di lui ci mancheranno la solarità ed i suoi riccioli simpatici ! Non è escluso che nell’ultima gara del mondiale a Valencia gli italiani faranno di tutto peri vincere per poter dedicare la vittoria al loro connazionale morto.

Marco Simoncelli la morte di un ragazzo simpatico a tutti

Simoncelli è già in 125 nel 2002 all’età di 15 anni .In quella categoria ci resta per 3 anni senza grossi risultati. Nel 2004 ottiene il suo primo successo e unico in 125 in catalogna in Spagna .La sua miglior annata è nel 2005 dove colleziona 5 podi, è la sua miglior annata in quella classe. Nel 2006 passa in 250 dove nelle prime due stagioni nonostante non sia mai andato a podio, riesce a collezionare 92 e 97 punti. Nel 2008 conquista il suo unico titolo mondiale della sua carriera dove vince il titolo con 12 podi complessivi frutto di sei vittorie, tre secondi posti e tre terzi posti. L’anno dopo non riesce a ripetersi arrivando terzo nel mondiale per i troppi errori commessi ad inizio anno. Nel 2010 arriva il grande salto in Moto GP dove arriva ottavo nel mondiale. Quest’ anno prima della tragica fine, mostra tutto il suo talento , anche se nelle prime gare spreca tutto per la sua irruenza che gli costa molte cadute e molte polemiche per la sua guida aggressiva soprattutto con i due piloti spagnoli Pedrosa e Lorenzo. Prima di Sepang Simoncelli finalmente sale sul podio arrivando terzo a Brno e appena una settimana fa secondo in Australia a Philiip Island che gli faceva ben sperare per la vittoria in Malesia. Carlo Pernat suo manager contenendo le lacrime dichiarava che un giorno sarebbe diventato il nuovo campione del mondo della classe regina.

Marco Simoncelli la morte di un ragazzo simpatico a tutti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>