21 marzo 2012 Scritto da 0 | Calcio

Si riapre la Liga

Tags: ,

Si riapre la Liga Sembra ormai essersi definitivamente riaperta la Liga. Il Real Madrid infatti soffre, se la vede brutta e rischia anche di andare sotto a Villarreal. Poi riemerge, passa in vantaggio con Cristiano Ronaldo. E, sul più bello, cede di schianto, beffato da un’altra punizione malefica, quella di Senna. Con un finale da saloon e le espulsioni di Rui Faria, Mourinho, Sergio Ramos e Ozil. Finisce 1-1, una vera e propria occasione gettata al vento dalle Merengues che ora vedono il Barcellona a soli sei punti di distanza.

Si riapre la Liga

L’Athletic Bilbao cede di schianto nel secondo big-match nel giro di tre giorni. Dopo il 3-0 incassato al San Mamés dal Valencia, arriva il 2-1 al Vicente Calderon contro L’Atletico Madrid. Gli uomini del Cholo Simeone passano nella ripresa con una doppietta del solito Falcao. Inutile il gol di Javi Martinez nel recupero. L’Atletico Madrid sale a 39 punti e va a -5 dal Levante quarto, sorpassando un Athletic Bilbao in caduta libera. Per i baschi è arrivata una sola vittoria nelle ultime cinque partite della Liga e questa è la terza sconfitta di fila in campionato. I punti in classifica sono soltanto 37 e l’Osasuna sesto dista tre lunghezze. Brusco stop interno per il Valencia, che perde 2-1 contro il Real Saragozza. Pablo illude gli uomini di Unay Emery dopo soli 9′, gli ospiti restano in dieci alla mezz’ora per l’espulsione dell’ex catanese Pablo Alvarez, ma una doppietta di Apono ribalta tutto. Il Saragozza resta sempre ultimo in classifica pur andando a -2 dallo Sporting Gijon e dal Racing Santander impegnato giovedì sera contro il Siviglia (ma anche a -5 dal Villarreal primo delle salve). Ne approfitta il Levante che passa 2-1 sul campo della Real Sociedad e va a -3 dal terzo posto difeso dai rivali cittadini.

Si riapre la Liga cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *