6 aprile 2012 Scritto da 0 | Calcio

Pescara in caduta libera

Tags: , ,

Pescara in caduta libera Perdono ancora gli abruzzesi di Zeman, alla terza sconfitta consecutiva e capaci di racimolare solo un punto nelle ultime 4 gare. La classifica dopo mesi di primato vede ora il Pescara al quarto posto con quattro punti di ritardo sulla capolista Torino. Zeman deve fare a meno dello squalificato Zanon e degli indisponibili Bacchetti e Martin. In avanti il boemo si affida quindi a Immobile, Insigne e Caprari con Sansovini in panchina. Per il Varese l’obiettivo di fare punti per restare in scia alle prime quattro della classe e battere un Pescara che non perde all’Ossola dal lontanissimo 1984. Il tecnico Maran, squalificato, recupera Neto Pereira che torna quindi in attacco al fianco di Granoche.

Pescara in caduta libera

Per gli adriatici la partita inizia bene con la rete del vantaggio siglata al 25’ da Caprari. I padroni di casa reagiscono e, al 40’, pareggiano con Granoche. Nella ripresa, al 59’, lo stesso Granoche sfrutta un errore del difensore del Pescara, Capuano, e batte Anania per la rete del 2-1 con cui si chiude la partita. Anche sfortunato, il Pescara: dopo essere andata in svantaggio, la squadra biancazzurra ha reagito, ma le speranze di pareggio si sono spente su un palo di Insigne al 16′ e su un forcing finale molto forte, ma non premiato dal gol. Esulta il Varese, sempre più dentro la zona-playoff. Con questa vittoria il Varese sale al quinto posto, si porta a 55 punti e scavalca il Padova (53). Il Pescara resta quarto a quota 62.

Pescara in caduta libera cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *