3 aprile 2012 Scritto da 0 | Calciatori, Calcio

Masiello ammette la combine

Tags: ,

Masiello ammette la combine Dopo aver negato più volte, durante gli interrogatori, la combine del derby Bari-Lecce del 15 maggio 2011 (terminato 0-2), Andrea Masiello ha finito con l’ammettere al pm di aver fatto l’autogol che permise ai giallorossi di vincere la partita e di restare in A. Per la combine avrebbe intascato 50mila euro mentre i suoi amici-scommettitori, Gianni Carella e Fabio Giacobbe, anche loro arrestati stamane in esecuzione di una misura restrittiva del gip del Tribunale di Bari, avrebbero ricevuto durante un incontro in un hotel di Lecce 180mila euro da un faccendiere probabilmente vicino al Lecce che i carabinieri stanno per identificare.

Masiello ammette la combine

Eppure il difensore attualmente sotto contratto con l’Atalanta, ma che ai tempi delle combine vestiva la maglia del Bari, solo un paio di mesi fa aveva detto di non c’entrare nulla: anzi, aveva addirittura detto di voler aiutare le autorità a fare chiarezza sui fatti. Masiello si è invece scoperto come una delle figure cardine di tutta questa storia: lui con i suoi due amici Giovanni Carella e Fabio Giacobbe, entrambi arrestati nella giornata di ieri. Sostengono di essere estranei a tutte le contestazioni accusatorie e si dicono innocenti, per ora almeno, gli amici di Andrea Masiello, gli scommettitori Fabio Giacobbe e Giovanni Carella, arrestati ieri dai Carabinieri nell’ambito dell’inchiesta barese sul calcioscommesse. L’interrogatorio di garanzia di Giacobbe si è concluso poco fa, dopo oltre un’ora, davanti al gip Giovanni Abbattista, dinanzi al quale compare ora Carella.

Masiello ammette la combine cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *