4 settembre 2016 Scritto da 0 | Calcio

L’Italia di Ventura ha perso contro la Francia.

giampiero-ventura_1enga2tq5apai1dew9getcxg2f

 

Il debutto del nuovo ct azzurro Giampiero Ventura nella partita amichevole giocata a Bari contro la Francia è stato deludente, infatti i francesi si sono imposti per 3-1 sfoderando un gioco alquanto deciso e combattivo. La sconfitta ha lasciato in bocca un retrogusto amaro soprattutto perchè il gol prontamente realizzato da Pellè, in risposta a quello messo a segno da Martial al ’17, aveva lasciato intravedere agli italiani un epilogo decisamente diverso. Nei giorni scorsi pronostici scommesse di William Hill aveva osservato come la formazione scesa in campo al San Nicola non fosse difforme rispetto a quella scesa in campo contro la Germania durante gli Europei 2016 in quanto le new entry più importanti sono state sostanzialmente Astori a centro difesa in sostituzione di Bonucci  e Bonaventura in centrocampo al posto di Giaccherini.  La gara aveva goduto di un inizio positivo per la Nazionale Italiana che si era da subito fatta notare con un’azione della coppia Candreva-Pellè, successivamente per un errore grossolano di Chiellini è stata la Francia a guidare il gioco con la rete di Martial.

Al 21′ per gli azzurri è arrivata la rete di Pellè ma il pareggio è durato pochissimo perchè al 29′ è stata ancora la squadra francese a passare avanti con un sinistro di Giroud che non ha lasciato scampo a Buffon. A questo punto Ventura ha deciso di cambiare formula facendo uscire Buffon, Barzagli e De Rossi causando un iniziale disorientamento della squadra colto al volo dalla Francia che ha mandato subito in azione Gignac e Payet ma senza successo. L’italia, da parte sua, ha provato timidamente a risollevarsi con due conclusioni di Binaventura e Montolivo non andate a segno. L’esito finale della parita, che ha consacrato il successo della squadra di Deschamps, è arrivato all’81’ con una rete decisiva di Kurzawa.  Al termine della partita si è comunque osservato come gli azzurri, in un certo senso, si siano ritrovati benino nel loro 3-5-2 ma allora che cosa è andato storto? Sicuramente l’indecisione nella difesa, lo scarso pressing  e la forma fisica non proprio al massimo sono state le tre cose a convincere di meno durante tutta la partita.

Il prossimo impegno dell’Italia, valido per le qualificazioni mondiali, sarà lunedì prossimo ad Haifa ma con molta probabilità non saranno presenti nè Barzagli nè De Rossi con un polpaccio momentaneamente fuori uso per un pesante fallo subito da Sibide, sicuramente fuori discussione un’eventuale ritorno di Bonucci. Durante la gara in Israele, bisognerà puntare ancora sulla coppia Eder- Pellè che ha dimostrato di avere un grande affiatamento, inoltre da non sottovalutare anche la bontà di Parolo e Candreva in centrocampo. Da curare senza dubbio la distratta prestazione di Chiellini in difesa e il polo milanista formato da De Sciglio, Montolivo, Bonaventura e Donnarumma che nell’amichevole di Bari è apparso per nulla convincente. La panchina del nuovo ct Ventura probabilmente andrà ancora incontro agli assestamenti del caso ma, nei tre giorni che rimangono a disposizione prima dell’impegno di Haifa, bisognerà fare di tutto per portare in campo una squadra italiana più precisa e fisicamente migliorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *