17 aprile 2011 Scritto da 0 | Calcio

Denis ed Inler: passato e probabile futuro in Udinese-Napoli

Tags: ,

Il posticipo della Domenica delle Palme non porta fortuna a Napoli, che interrompe la sua serie di 4 vittorie consecutive che lo hanno portato al secondo posto, e che vede ridursi il vantaggio sulle inseguitrici, con l’Udinese ormai a -6 e la Lazio a -5, non riuscendo ad approfittare della sconfitta dell’Inter che rimane sempre a -2.
Questa sera il Napoli ha subito una brusca frenata, i due gol ricevuti contro uno sono stati delle vere e proprie docce fredde, ma resta sempre intatto il sogno europeo.
Significative le esultanze di Inler e Denis che non hanno fatto rimpiangere gli assenti Sanchez e Di Natale, autori del primo e del secondo gol ai danni del Napoli, col primo che non ha esultato, e col secondo che sembra quasi aver chiesto scusa ai napoletani, nonostante che questo gol l’abbia aspettato tantissimo. La reazione del primo è spiegabile col suo probabile approdo a giugno alla corte di Mazzarri, sul suo trasferimento se ne parla tanto ma si concretizzerà solo se l’Udinese abbasserà il prezzo da 15 a 10 milioni di euro, come ha specificato De Laurentis. La reazione del secondo si sa, ha segnato il gol dell’ex, un ex che nel suo passato azzurro ha segnato poco e che stasera nonostante la sua timida reazione è riuscito a riscattarsi.
Pioggia sul bagnato il rigore sbagliato da Cavani nel finale prima del gol della bandiera di Mascara in questo 1 a 2 che fa male agli azzurri ma che continueranno ad andare avanti in queste ultime 5 partite restanti di un campionato già andato alla grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *