15 aprile 2012 Scritto da 0 | Calciatori, Calcio

Calcio italiano in lutto muore in campo Piermario Morosini

Tags:

Calcio italiano in lutto muore in campo Piermario Morosini La tragedia si è consumata al 31’ del primo tempo durante un’azione offensiva del Pescara: la corsa lontano dal pallone, le mani al petto. Poi, improvviso, il crollo a terra sul vertice della propria area. Non era un banale incidente di gioco. Piermario Morosini, 25 anni, centrocampista del Livorno, è morto un’ora dopo al pronto soccorso dell’ospedale di Pescara, dopo sessanta minuti di speranze, preghiere, lacrime. Nonostante il massaggio cardiaco praticato subito in campo e poi l’intervento dei medici in ospedale.
Nel momento in cui il giocatore si è accasciato sul terreno, in avanti, faccia a terra, apparentemente in preda a convulsioni, giocatori e spettatori hanno subito capito la gravità della situazione. Il primo ad accorgersi della situazione è stato il calciatore del Livorno Pasquale Schiattarella. L’arbitro ha fermato il gioco e i medici del Livorno, Manlio Porcellini e del Pescara, Leonardo Paloscia, hanno praticato le prime tecniche di rianimazione. Nel vedere la scena, una tifosa, sugli spalti, ha accusato un malore ed è stata trasportata all’ospedale.
Trasportato all’ospedale di Pescara, Piermario Morosini è stato sedato e i medici gli hanno applicato un pacemaker provvisorio. Aveva una grave fibrillazione ventricolare, cioè in uno stato di anomalia degli impulsi elettrici cardiaci, ma sembrava che la fibra forte del calciatore potesse prevalere. E invece non ce l’ha fatta.
In segno di lutto la Federcalcio ha deciso di fermare tutte le partite del campionato a partire da Milan-Genoa prevista al Meazza per le 18. Il turno sarà recuperato il 25 aprile.

Calcio italiano in lutto muore in campo Piermario Morosini cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *