logo.png

22 marzo 2012 Scritto da 0 | Calcio, Serie A

Ballardini licenziato per giusta causa da Cellino

Tags: , ,

Ballardini licenziato per giusta causa da Cellino L’ex allenatore del Cagliari Davide Ballardini, secondo le rivelazioni dell’Unione Sarda, non sarebbe stato esonerato, bensì “licenziato per giusta causa”. Anche il presidente Massimo Cellino ha confermato: “Il licenziamento per giusta causa l’ho già adottato con Sonetti. Rimando tutto ai legali che sanno ogni cosa. Comunque a me di Ballardini non importa niente, si figuri se penso a lui ora: siamo praticamente senza stadio, in emergenza perenne”. E con uno stipendio in meno da pagare”. Il tecnico potrebbe impugnare il provvedimento presso il Tribunale del Lavoro.

Ballardini licenziato per giusta causa da Cellino

Al momento, però, ha preferito non commentare la questione. Al di là dell’aspetto tecnico, entrano in ballo delle motivazioni etiche ed economiche. Ci si interroga inoltre su quali sarebbero le giuste cause appunto che hanno portato a tale decisione. Il Cagliari, “dopo una lettera di richiamo inviata al tecnico lunedì 12 marzo, ha proceduto a notificare, con decorrenza venerdì 16 marzo, il licenziamento in tronco per giusta causa all’Ufficio Territoriale del Lavoro di Cagliari – si legge su ‘L’Unione Sarda’ – Ballardini potrà opporsi al provvedimento, impugnandolo davanti al Tribunale del Lavoro di Cagliari”. La società, infatti, ha sospeso tutti gli emolumenti all’ex allenatore. Ballardini avrebbe dovuto guadagnare 800mila euro per la stagione in corso, 1 milione per la prossima. Soldi che, stando così le cose, non vedrà. Se il giudice invece dovesse accogliere il suo ricorso, il Cagliari sarebbe costretto a pagare.

Ballardini licenziato per giusta causa da Cellino cosa ne pensi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>