20 aprile 2012 Scritto da 0 | Calcio

Atletico Madrid con un piede in finale

Tags: ,

Atletico Madrid con un piede in finale L’Atletico Madrid prenota il biglietto per Bucarest in attesa di sapere chi la spunterà tra Sporting Lisbona e Athletic Bilbao. Andamento opposto nell’andata delle due semifinali di Europa League dove i colchoneros, trascinati dal solito Falcao, ipotecano il passaggio del turno travolgendo 4-2 il Valencia al Calderon mentre all’ Alvalade i lusitani superano in rimonta i baschi per 2-1 e affrontano la gara di ritorno del San Mames con due risultati su tre a favore.

Atletico Madrid con un piede in finale

Partita quasi senza storia a Madrid, dove l’Atletico parte forte e Diego Alves è costretto a opporsi dopo pochi minuti prima a Diego e poi ad Adrian. I colchoneros insistono e al 18′ trovano il vantaggio: leggerezza di Rami, Turan riesce a mettere in mezzo dalla destra e Falcao di testa (nono centro) è pronto a insaccare. Poi il Valencia prende coraggio e in pieno recupero (48′) arriva addirittura al pari: punizione dalla sinistra, Soldado tocca la palla di testa e sul secondo palo c’è Jonas che appoggia in rete. Si va al riposo sull’1-1 ma al rientro l’Atletico torna a spingere e nel giro di 9 minuti affossa la squadra di Emery: prima il raddoppio grazie all’incornata di Miranda sulla punizione calciata da Diego, poi il tris con Adrian, il cui diagonale non lascia scampo a Diego Alves. Il Valencia è un pugile suonato e solo il suo portiere evita il tracollo. Ma al 33′ nulla può fare su Falcao che arriva al limite dell’area e lascia partire un sinistro che sentenzia la partita. In pieno recupero, però, ecco il gol di Ricardo Costa che consente al Valencia di sperare ancora: il ritorno del Mestalla non sarà una formalità per l’Atletico.
Tutto aperto tra Sporting e Athletic anche se i portoghesi hanno di che mangiarsi le mani. Lusitani vicini al gol nei primi minuti, con Van Wolfswinkel minaccia costante nell’area basca, mentre la risposta ospite è in un colpo di testa di Llorente che finisce alto. Ma a fare la partita è la squadra di Sà Pinto, con l’Athletic che fatica a imporre il suo gioco, correndo più di un pericolo dietro, vedi il palo esterno colpito da Joao Pereira. E nel finale di tempo il solito Van Wolfswinkel, con un gran destro da fuori, aumenta i rimpianti dei Leoes. Nella ripresa la musica non cambia ma la beffa è nell’aria e nel miglior momento dei padroni di casa, al 9′, i baschi gelano l’Alvalade: calcio di punizione dalla destra, la palla arriva ad Aurtenetxe che davanti a Rui Patricio non può sbagliare. Sporting sotto choc e Athletic vicino al raddoppio cinque minuti dopo, quando solo il palo si oppone alla conclusione di Amorebieta. Per i portoghesi sembra proprio non essere serata quando Van Wolfswinkel fallisce l’ennesima occasione per il gol ma tra il 31′ e il 35′ ribaltano la situazione. A risollevare il morale dei tifosi dello Sporting ci pensa Insua, che sul rinvio di Iraola anticipa Susaeta e firma il pari, poi tocca a Capel, con un gran rasoterra angolato dal limite, completare la rimonta.

Atletico Madrid con un piede in finale cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *