31 marzo 2012 Scritto da 0 | Calciatori, Calcio

Addio a Francesco Mancini

Tags:

Addio a Francesco Mancini Il Pescara e tutto il calcio piangono Francesco Mancini, preparatore dei portieri e stretto collaboratore di Zeman, morto a 43 anni a causa di un malore improvviso. La moglie l’ha trovato in casa in gravissime condizioni: a nulla è servito l’intervento dei sanitari. Mancini è stato portiere del Foggia contribuendo alla promozione in A e diventando uno dei pilastri di Zemanlandia. Lo scorso anno è tornato a lavorare col boemo, seguendolo in Abruzzo.

Addio a Francesco Mancini

Tanti gli attestati di stima emersi nella notte e ancora oggi. “L’Udinese e la famiglia Pozzo esprimono le più sentite condoglianze per la scomparsa di Francesco Mancini”, scrive l’Udinese. “Ci ha lasciato un ex collega- commenta l’estremo difensore del Genoa Sebastian Frey – Sono vicino al dolore dei suoi familiari! Ciao Francesco Mancini! Ciao Numero 1!”. “12 settembre 93, debutto in Serie A a Foggia – scrive il capitano della Juventus Alex Del Piero-. In porta c’era Franco Mancini, il primo numero 1 che mi sono trovato di fronte. Che triste notizia ieri”. Cordoglio espresso anche dal Brescia e dalla Juve stabia e ovviamente dal Foggia:”Farò giocare la squadra a Taranto con il lutto al braccio – comunica Pasquale Casill, attuale presidente – Era un bravo ragazzo, mi telefonava sempre per farmi gli auguri per le feste”. “La Lega e la società Delfino Pescara 1936, di comune accordo – si legge in un comunicato della lega di serie b- hanno deciso di commemorare Mancini osservando domani, in occasione di Pescara-Bari, un minuto di raccoglimento prima del fischio di inizio della gara, nella quale entrambe le squadre scenderanno anche in campo con la fascia al braccio in segno di lutto”.

Addio a Francesco Mancini cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *