logo.png

13 gennaio 2012 Scritto da 0 | Calciatori

Ezequiel Lavezzi un funambolo al servizio del Napoli

Tags:

Ezequiel Lavezzi un funambolo al servizio del Napoli. Ezequiel Lavezzi nasce a Rosario il 23 maggio 1985. Incomincia a giocare nel Boca Juniors, ma ancora adolescente, prima di diventare calciatore professionista, dopo dei dissidi con il club, va a lavorare come elettricista. Tornato a fare il calciatore va in prova alla Fermana , ma per il suo passaporto da extracomunitario non viene ingaggiato per motivi burocratici. Riprende cosi’ la carriera nell’Estudiantes nella primera B metropolitana dove segna diciassette goal in 34 presenze. Al termine del campionato il 1 agosto 2004 viene acquistato a titolo definitivo dal Genoa per un milione d’euro. Ma il Genoa visto che giocava in B lo lascia ancora un anno al San Lorenzo nella stagione 2004-2005.Nella stagione 2005-2006 gioca solo tre partite con il Genoa a causa della retrocessione in serie C del club Ligure per illecito sportivo, dopo la promozione in A conquistata sul campo.

Ezequiel Lavezzi un funambolo al servizio del Napoli

Ritorna in Argentina, dove gioca nel San Lorenzo. Con il San Lorenzo in due anni realizza 16 reti in 55 presenze, riuscendo a vincere il Clausura nel 2007 e portando il San Lorenzo nei quarti della Copa Sud Americana. Nel 2007-2008 si trasferisce a Napoli dove gioca da 5 anni. All’inizio arrivato in sovrappeso c’era molto scetticismo su di lui, dopo aver segnato una tripletta ( che da 14 anni nel Napoli non si era più vista in una partita di Coppa Italia) contro il Pisa il 18 agosto 2007, si capii’ il grande giocatore che è tutt’ora. Esordisce in serie A il 26 agosto nella partita Napoli-Cagliari finita 1-2.Il suo primo goal lo realizza in Udinese Napoli 0-5 il 2 settembre 2007.Il suo primo goal al San Paolo lo realizza in Napoli Reggina 1-1 il 4 novembre 2011.A Napoli in 4 anni si dimostra un fuoriclasse capace di scardinare le difese avversarie con i suoi dribbling ma è poco prolifico. Anche quest’ anno stagione 2011-2012 ha segnato solo 3 reti, ma facendo 3 assist. In 4 anni in campionato complessivamente ha segnato 29 goal in 126 presenze. Con i suoi goal e i suoi dribbling ha contribuito alle qualificazioni in Europa League stagione 2009-2010 e nella Champions League stagione 20011-2012.In copa ha segnato appena 2 reti. Il suo soprannome è Pocho e loco, ma lui preferisce essere chiamato El Pocho perchè è un vezzegiativo.

In nazionale esordisce nell’under 20 nel 20004 dove realizza 1 goal in sette partite. Con la selezione Olimpica di cui fa parte anche Messi segna il suo primo goal con la maglia dell’Albiceleste il 6 febbraio 2008.Si ripete al Camp Nou di Barcellona il 24 maggio 2008.Complessiavmenet in 10 partite segna 6 reti. Nel 2008 conquista l’oro Olimpico di Pechino segnando contro Australia e Serbia. Entra nei minuti finali della partita contro la Nigeria vinta 1-0,diventando cosi ’insieme al compagno di squadra il portiere Navarro che però non ha mai giocato, il secondo Olimpico della storia del Napoli. Il 18 aprile del 2007 esordisce in nazionale maggiore nell’amichevole contro il Cile. Ma non viene convocato dall’allenatore Basile per la copa America del 2007.Rientra in nazionale maggiore quando alla guida c’è un certo Diego Armando Maradona che lo convoca per l’amichevole di Glasgow contro la Scozia del 19 novembre 2008.Incluso nella lista dei trenta per il mondiale, Diego gli provoca una delusione escludendolo dalla lista per i mondiali in Sud Africa il 18 maggio 2010.L’anno seguente nel 2011 gioca la Copa America, nella partita di preparazione segna contro l’Albania nella partita vinta 4-0 il 20 giugno 2011.Perun ammonizione nella fase a gironi è costretto a saltare i quarti di finale fatali all’Argentina, che perse ai rigori contro l’Uruguay.

Ezequiel Lavezzi un funambolo al servizio del Napoli cosa ne pensi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>